Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sorpresi in pieno centro con siringhe e hashish

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Posti di controllo agli incroci, controlli agli avventori dei locali pubblici, perlustrazione di luoghi oggetto di segnalazione ed esposti da parte dei cittadini: articolata l'attività della polizia di Terni, che ha setacciato la città e la prima periferia anche con l'ausilio di due pattuglie del reparto Prevenzione Crimine Umbria-Marche. In corso Tacito, sono stati fermati due uomini che, alla vista degli agenti, avevano allungato il passo: innervositi dalla richiesta dei documenti, sono stati perquisiti e, ad uno, sono state trovate due siringhe da insulina e una fiala di soluzione fisiologica, all'altro, una dose di hashish. Entrambi italiani, di 36 e 23 anni, disoccupati e provenienti da Rieti, hanno dichiarato di essere venuti in città per comprare la sostanza stupefacente. Il 36enne, pregiudicato per reati contro il patrimonio e sottoposto in passato alla sorveglianza speciale, è risultato già allontanato da Terni con la misura del divieto di ritorno, per la violazione della quale è stato denunciato. Il 23enne, incensurato, è stato segnalato alla Prefettura di Rieti come assuntore di sostanze stupefacenti.  Altri controlli - In via Guglielmi è stato fermato un uomo su una bicicletta, che ha detto agli agenti che stava andando a piazza Frankl; tunisino di 18 anni, pregiudicato per reati contro il patrimonio, è risultato già allontanato da Terni con foglio di via obbligatorio, è stato perciò denunciato per aver violato la misura. In un bar di via Lungonera Cimarelli inoltre nel corso dei controlli agli avventori, gli agenti hanno identificato un tunisino di 46 anni, risultato irregolare in Italia. Dopo essere stato denunciato per non aver ottemperato alla misura, è stato nuovamente espulso.