Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Giallo dei gettoni d'oro in Rai: "Voglio la verità, andrò fino in fondo"

Jacopo Barbarito
  • a
  • a
  • a

Il caso dei gettoni forniti alla Rai dalla Zecca dello Stato e certificati come d'oro puro mentre conterrebbero almeno 5 grammi al chilo di materiale vile ha portato la perugina Maria Cristina Sparanide nelle case di tutta Italia grazie a Report (guarda il video del servizio). Il programma di Milena Gabanelli ha scavato sui vari motivi per cui, anzitutto, per saldare una vincita di 100mila euro, alla concorrente siano stati consegnati quattro gettoni del valore nominale di 20mila euro l'uno. Perché 80 mila euro e non 100 mila? Le tasse, ovviamente, ma, in base a una lettera del Poligrafico dello Stato, è emerso che andava pagata pure l'Iva. E su questo il servizio di Ranucci si è soffermato dando voce a un commercialista di Arezzo, Stefano Capaccioli, secondo il quale l'Iva non sarebbe dovuta in base a una direttiva europea che la esclude sull'oro da investimento. Apriti cielo. Secondo la Banca d'Italia non sarebbe così per i gettoni, Confindustria Orafi si è riservata di rispondere, mentre l'Agenzia delle entrate si è dichiarata incompetente sulla definizione tecnica di oro da investimento. Servizio completo a cura di Alessandra Borghi sul Corriere dell'Umbria del 26 aprile