Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perseguitati dai vicini col trattore lanciato a tutto gas

Il pm Barbara Mazzullo, titolare dell'indagine

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Il pm Barbara Mazzullo ha chiesto il rinvio a giudizio di una coppia di coniugi ternani di 72 e 68 anni per i reati di ingiurie, violenza privata e atti persecutori nei confronti di un'altra coppia di Terni, 76 anni lui e 67 lei. I fatti finiti all'attenzione della procura sono da ricollegare a tensioni fra vicini, proprietari di altrettante abitazioni nella zona di Giuncano. Tutto sarebbe partito da una questione di usucapione relativa ad un terreno. Nel corso del tempo le presunte vittime - stando alle denunce presentate - avrebbero subìto attacchi personali, offese anche in contesti pubblici, e altre situazioni tutt'altro che piacevoli. E in parte curiose, come nel caso dei numerosi passaggi a tutto gas, a bordo di un trattore, da parte del coniuge-nemico nei pressi del confine, con l'obiettivo di alzare polvere e detriti proprio mentre la coppia vessata si trovava tranquillamente a pranzo in giardino. Allo stesso modo i due denunciati avrebbero versato in abbondanza acqua mista a calce e altri liquami sul proprio terreno, contando sul fatto che, a causa della pendenza, sarebbero poi defluiti nell'orto dei vicini-nemici. Il prossimo primo giugno il gup Simona Tordelli deciderà sugli eventuali rinvii a giudizio.