Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ruba un borsello per pochi spicci e aggredisce i poliziotti

Jacopo Barbarito
  • a
  • a
  • a

Due giovani magrebini hanno rubato il borsello di un coetaneo italiano, contenete il portafoglio e il cellulare. Il ragazzo ha avvisato la polizia, mostrando la via di fuga usata dalla coppia di giovani stranieri. Gli agenti sono arrivati nei pressi del Duomo, dove hanno notato un gruppetto di ragazzi: alla vista della polizia, uno si è subito dileguato, ma è stato fermato poco dopo, mentre un altro si è rifiutato di declinare le proprie generalità, dando in escandescenze e prendendo a calci le auto parcheggiate e scagliandosi anche contro i poliziotti che cercavano di calmarlo.  Alla fine i due sono stati portati in questura per l'identificazione: privi di documenti, attraverso le impronte digitali è emerso che uno è un minorenne egiziano, senza fissa dimora e privo di famigliari in Italia, l'altro è un cittadino tunisino appena maggiorenne, con una richiesta di permesso di soggiorno pendente alla questura di Palermo. Il tunisino, che aveva in tasca il cellulare del ragazzo derubato,  ha ammesso di aver rubato il borsello insieme all'amico minorenne e ha indicato agli agenti il posto dove lo aveva gettato; il borsello è stato recuperato, all'interno c'erano ancora i documenti, ma i soldi erano spariti. Entrambi già gravati da precedenti penali, sono stati denunciati per furto con destrezza, danneggiamento e resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e il minore è stato affidato ad un struttura protetta.