Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Allevamento non a norma, scatta il sequestro

Jacopo Barbarito
  • a
  • a
  • a

Violazioni in materia di identificazione e registrazione dei capi di bestiame dell'azienda; omessa denuncia di smarrimento di bovini, omesse annotazioni sul registro di stalla, capi suini privi di sistemi di identificazioni, mancanza di idonei sistemi di stoccaggio del letame utilizzato ai fini agronomici, nonché violazioni sulla tenuta del registro dei trattamenti veterinari. Queste l'esito di un controllo dei militari del corpo forestale, insieme ad un medico veterinario del servizio di igiene degli allevamenti dell'Asl di Spoleto. Sono state accertate altresì diverse problematiche in materia di benessere animale e condizioni igieniche sanitarie non idonee, per le quali il veterinario ha proceduto ad impartire le opportune prescrizioni di adeguamento. L'intero allevamento è stato posto sotto sequestro amministrativo dagli uomini della Forestale, sono state impartite precise prescrizioni a cui l'allevatore dovrà adempiere, provvedendo all'adeguamento della stalla al fine di sciogliere il vincolo del sequestro amministrativo; sono state inoltre contestate violazioni amministrative, in materia di anagrafe degli animali, per un importo complessivo pari a 3.000 euro, e un verbale in materia di utilizzazione agronomica del letame sanzionato per un importo da 600 a 6.000 euro.