Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Si spaccia per la sorella, scatta la denuncia

default_image

Jacopo Barbarito
  • a
  • a
  • a

Fermata mentre si trovava in treno per un controllo, sperando di non essere individuata s'è spacciata per la sorella. E' l'esito dell'ultima attività di controllo condotta dagli agenti della Polfer di Foligno. Ad “incappare” negli accertamenti una donna che ha fornito agli agenti il suo esatto cognome, ma per il nome ha dato quello di sua sorella. Un espediente inefficace che, almeno nelle intenzioni della donna, doveva servire a celare la sua reale identità. Ma soprattutto aveva lo scopo di non far scoprire le limitazioni a suo carico imposte per legge. La 40enne, infatti, ha l'obbligo di dimora nel Comune di residenza. Imposizione che, trovandosi a Perugia ha di fatto violato. E' scattata quindi la denuncia per le ipotesi di reato di false attestazioni a pubblico ufficiale e sostituzione di persona.