Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Mamma uccisa a coltellate, due specialisti per "entrare" nella testa di Federico

Jacopo Barbarito
  • a
  • a
  • a

Il gip di perugia Carla Maria Giangamboni ha affidato ai due psichiatri Giovanni Battista Traverso e Marco Marchetti l'incarico di effettuare la perizia psichiatrica - con la formula dell'incidente probatorio - utile a comprendere se il Federico Bigotti fosse in grado di intendere e volere nel momento in cui avrebbe ucciso la madre, Anna Maria Cenciarini, all'interno della villetta dove viveva la famiglia a Città di Castello. I due avvocati del giovane, ora rinchiuso nel carcere di Spoleto dopo la parentesi nella struttura psichiatrica della casa di reclusione di Piacenza, avevano chiesto la perizia sin dal momento dell'arresto, sostenendo che il 22enne avesse seri problemi psichici, tali da non considerarlo punibile per l'efferato gesto. Leggi anche: Lettera choc in carcere - I Ris sulla scena del delitto - Federico fa scena muta davanti al gip