Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Auto rubata in villa e poi rivenduta con targhe false

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Un cinquantenne di Agropoli, commerciante di autovetture, è stato arrestato dalla polizia giudiziaria della stradale di Salerno, per effetto dell'esecuzione di un'ordinanza del gip del tribunale di Vallo della Lucania. L'indagine ha avuto inizio nel novembre scorso, quando in seguito alla notifica di alcuni verbali per il superamento dei limiti di velocità, in autostrada, un ignaro automobilista lombardo ha presentato una denuncia per la sospetta clonazione della sua autovettura. L'esame delle immagini riprese dalle apparecchiature ha evidenziato che il veicolo in questione, un'Audi Q3, era effettivamente di un modello diverso rispetto a quello di proprietà dell'automobilista che si è visto recapitare ingiustamente numerose contravvenzioni. In seguito agli accertamenti con una attenta attività di appostamenti, è emerso come l'auto in questione fosse della disponibilità del commerciante arrestato giovedì 10 marzo. La vettura era stata rubata qualche mese prima in una villa di Perugia, per poi essere riciclata con numero di telaio contraffatto e targhe false. Da segnalare che la vendita del veicolo a un imprenditore di Salerno è stata effettuata con carta di circolazione e certificato di proprietà rubati. Nell'ambito dell'indagine sono state sequestrate altre tre auto, una delle quali rivenduta a un noto calciatore napoletano. Il valore delle macchine nel mirino della polizia si attesta sopra i 100.000 euro.