Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Lavoro, falsi documenti a stranieri anche per 800 euro

default_image

Jacopo Barbarito
  • a
  • a
  • a

E' scattata nella prima mattina di oggi, mercoledì 2 marzo, l'operazione "Open doors", condotta dalla polizia del settore anticrimine di Foligno e dai carabinieri dell'ispettorato del lavoro di Perugia, per la quale sono state eseguite 31 misure restrittive tra custodie cautelari in carcere, arresti domiciliari e obblighi di dimora. Si ipotizza una truffa all'Inps per oltre 1 milione di euro a seguito dei rapporti di lavoro inesistenti instaurati a favore di un elevato numero di cittadini extracomunitari, i cui benefici conseguiti venivano "ripagati" con il versamento di somme comprese tra 800 e 1500 euro, di cui circa 150/200 erano destinati ai finti datori di lavoro. L'attività investigativa, durata circa un anno, ha permesso così di risalire a un'organizzazione criminale la cui attività permetteva così di acquisire diversi permessi di soggiorno agli extracomunitari coinvolti. Cinque persone dovranno ora rispondere di associazione per delinquere finalizzata alla truffa aggravata ai danni dell'Inps, contraffazione di documenti di lavoro e favoreggiamento dell'immigrazione clandestina; gli altri del reato di concorso per i reati sopra citati. Eseguite perquisizioni e sequestri anche fuori regione.