Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Finge di avere un tumore per truffare l'Inps

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Ha finto di avere un tumore con l'intento di ottenere l'indennità di accompagnamento e la pensione di irreversibilità. In particolare, il 33enne (difeso dall'avvocato Massimo Perari) ha dichiarato di essere affetto da “linfonoma diffuso a grandi cellule B con attività proliferativa del 70-80 per cento”. La lunga serie di certificati (una decina in tutto, emessi in soli sei mesi) hanno “indotto in errore i funzionari degli uffici dell'Inps (in particolare i membri della commissione medica) per l'accertamento dell'invalidità civile, delle condizioni visive e della sordità”. E in questo modo furono versate nelle sue tasche, in sei mesi, circa 4.600 euro. Soldi ovviamente non dovuti. Purtroppo per lui, le indagini del Nas hanno portato a galla tutta la verità. Facendo scattare il procedimento giudiziario a Perugia. Con l'uomo che davanti al gup, ha patteggiato una pena a un anno e dieci mesi di reclusione.