Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Madre picchia la figlia al centro commerciale, interviene la polizia

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Era iniziato come un pomeriggio tranquillo di spese al centro commerciale; è terminato in Questura con una denuncia della figlia nei confronti della mamma. E' stata una poliziotta, libera dal servizio, a notare la scena ed intervenire per le forti grida che provenivano dal corridoio antistante le casse. Aveva visto una signora, di nazionalità nigeriana, afferrare per il collo una ragazza, anche lei nigeriana e strattonarla più volte. A nulla erano valsi i tentativi di calmare la donna, che con veemenza continuava ad urlare all'indirizzo della più giovane. All'arrivo dei poliziotti, la giovane ha spiegato loro la situazione: era stata aggredita dalla donna, la sua madre naturale, con la quale da tempo non aveva alcun tipo di rapporto. Questo perché, sin da piccola, era stata affidata alle cure di un'altra famiglia. Con quest'ultima la ragazza ha avuto sin da subito un bel rapporto, proprio perché la madre naturale non si è mai presa cura della figlia. Solo un anno fa, nel 2015, la madre naturale si è rifatta viva con la figlia, maggiorenne. La rivoleva con sé, anche se ormai non vi era un vero rapporto, tanto che la ragazza non comprende una sola parola di nigeriano. La madre ha riferito ai poliziotti come la figlia dovesse ritornare da lei. Dopo aver calmato gli animi, le volanti hanno accompagnato le due in Questura dove la ragazza ha sporto denuncia nei confronti della madre per le percosse subite poco prima.