Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Muore travolto dall'albero, dinamica ancora da chiarire

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

E' morto di fronte agli occhi del padre, Daniele Luciani, l'uomo di 38 anni travolto e ucciso dal tronco di un albero d'alto fusto (LEGGI L'ARTICOLO) sopra Giuncano, in località Carticina, a Terni. Per lui non c'è stato nulla da fare e quando i soccorritori sono giunti sul posto, il suo cuore era già fermo. Daniele, il padre Augusto e un altro amico erano a tagliare la legna su un bosco di proprietà della famiglia Luciani. Per il 38enne non era la prima volta, ma purtroppo il pericolo è sempre in agguato. All'improvviso il tronco si è piegato dalla parte sbagliata e ha investito in pieno il malcapitato, fracassandogli la testa. Al circolo del paese tutti ricordano lo scomparso con grande affetto. Daniele era un uomo che si faceva ben volere. Appassionato di mountain bike, motocross e passeggiate all'aria aperta, non appena era libero dagli impegni si dedicava ai lavori di casa. Da anni lavorava in una ditta di termoidraulica dello Spoletino. La dinamica dell'incidente è ancora da chiarire in tutti i suoi aspetti. Di certo anche la fatalità ha avuto la sua parte visto che l'uomo era abituato a tagliare gli alberi per fare la legna. Lascia i genitori e la sorella Ilaria. Articolo completo nel Corriere dell'Umbria di domenica 7 febbraio (CLICCA QUI)