Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Omicidio Raggi, Salvini: "Giusto citare lo Stato"

David Raggi

Jacopo Barbarito
  • a
  • a
  • a

“Se quel clandestino fosse stato espulso o in galera, David non sarebbe morto. Bravi, io sono con voi”. Lo ha scritto Matteo Salvini sulla sua personale pagina Facebook, riportando la notizia della decisione della famiglia Raggi di denunciare lo Stato italiano per la mancata espulsione di Aziz, l'assassino del giovane David. Il leader della Lega Nord si è mostrato molto attento ai fatti di cronaca che negli ultimi tempi hanno riguardato la città di Terni. Il segretario nazionale del Carroccio si è espresso attraverso i social network, rilasciando post e commenti relativi anche al recente arresto da parte della polizia di Terni di tre giovani spacciatori africani. Nei confronti di questi ultimi Salvini non ha usato mezzi termini, postando la notizia e scrivendo: “Tutti giovani, africani, e molto annoiati... Fare il “richiedente asilo” (a spese degli italiani) deve essere dura... Per questo, per passare il tempo, si davano simpaticamente allo spaccio di droga. Per loro, un bel calcio nel c. e poi tutti a casa loro”.