Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

“Mia figlia palpeggiata sullo scuolabus”

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

Un racconto a dir poco drammatico. E' stato quello della mamma di una ragazzina di appena tredici anni, violata sullo scuolabus. Da quel conducente che, ogni benedetto giorno, la riportava a casa dopo le lezioni. Con quelle “avances” nei suoi confronti che nel tempo si sono trasformate in un vero e proprio abuso. Con tanto di frasi forti (per una minore) e palpeggiamenti delle parti intime. “Approfittando - si legge nel corposo capo d'imputazione - delle condizioni di inferiorità fisica e psichiatrica della studentessa”. Una testimonianza agghiacciante, quella fornita dalla donna. Che ha confermato come si è arrivati alla denuncia di quell'uomo di sessantasette anni, che ora si trova alla sbarra per violenza sessuale. Nel corso dell'udienza davanti al collegio presieduto dal giudice Gaetano Mautone, sono sfilate pure alcune insegnanti della piccola. Che avevano notato comportamenti sicuramente “particolari” della ragazzina. Che sembrava “turbata da qualcosa”.