Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Truffa delle auto di lusso, cinque sotto inchiesta

default_image

Jacopo Barbarito
  • a
  • a
  • a

Documenti falsi, raggiri assicurativi, con la simulazione del furto di tre autovetture di grossa cilindrata (una Porsche, un'Audi A3 e una Bmw) che sono state poi rivendute all'estero. La truffa, perpetrata ai danni delle compagnie assicurative (Axa, Allianza e Unipol) avrebbe fruttato la bellezza di 84mila euro. A giudizio al tribunale di Perugia sono finite cinque persone (un marocchino di quarantatre anni, due folignati rispettivamente di cinquanta e trentaquattro anni e altre due di origini pugliesi). Accusate di simulazione di reato truffa, falso e ricettazione. I fatti sarebbero accaduti tra il 2008 e il 2009 in diverse zone della provincia di Perugia. Ieri mattina sono sfilati alcuni testimoni citati dalla procura e dalle parti civili. Si tornerà a questo punto in aula il 14 marzo prossimo (con gli ultimi testi). Altra seduta è stata fissata invece per il 18 aprile per la discussione finale e forse per la sentenza. Leggi anche: Banda specializzata in auto di lusso - Ecco le auto che consumano di più e quelle che "bevono" meno