Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Incidenti in città: attenzione a un giorno e a un orario

(foto Belfiore)

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

Celebrazioni a Perugia in onore di San Sebastiano, patrono dei vigili urbani. La giornata è iniziata nella cattedrale di San Lorenzo, dove è stata celebrata la santa messa (GUARDA le foto). Presenti per il Comune il sindaco Romizi, il vice sindaco Barelli, gli assessori Casaioli e Cicchi, il presidente del Consiglio comunale Varasano, i consiglieri Perari, Borghesi, Mori e De Vincenzi, il segretario generale Di Massa, la Comandante Caponi, la vice comandante Vitali, oltre alle principali cariche civili e militari della città. Successivamente la delegazione si è spostata nella Sala della Vaccara di Palazzo dei Priori dove sindaco e comandante hanno premiato, con una borsa di studio consistente in buoni-libro, i primi quattro classificati del concorso, riservato alle classi quarte delle scuole  primarie, consistente nella realizzazione di un elaborato grafico, sul tema: “L'attività della polizia municipale”. Primo posto (1000 euro) per le classi IV sez. A-B-C-D della scuola primaria De Amicis di Castel del Piano; secondo posto (700 euro) alla classe IV B della scuola primaria Calzoni di San Martino in Colle; terzo posto (400 euro) per la classe IV A della scuola primaria XX giugno di Perugia; quarto posto (300 euro) per la classe IV B della scuola primaria XX giugno di Perugia. L'iniziativa è stata possibile grazie alla sponsorizzazione dell'Autocarrozzeria Grifo di Enzo Ciabatta, del Camep (Club auto e moto d'epoca), e dell'Ina Assitalia. Successivamente è stato premiato l'agente Daniela Zembi, unica dipendente collocata a riposo nel 2015. Premiati i vigili che hanno raggiunto i 25 anni di servizio. Si tratta dei Sottotenenti Roberta Tenchini, Aldo Lalli e Massimo Mori e degli Appuntati scelti Cristina Piacenti, Pierangelo Boldrini, Veridiana Tedeschi, Claudio Cicognola, Antonio Pagnotta e Valter Trianda. La comandante Caponi ha consegnato al Prof. Maurizio Caniglia, primario del reparto di onco-ematologia pediatrica dell'ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia un assegno dell'importo di 1316 euro, grazie alla raccolta voluta dal Corpo dei Vigili Urbani di Perugia. Al termine dell'incontro il Comandante Caponi ha fornito un quadro generale dell'attività svolta dal Corpo nell'anno 2015. Di seguito i punti salienti. Gli incidenti rilevati sono stati complessivamente 1174, dei quali 797 con illesi, 348 con feriti, 17 con coinvolti in prognosi riservata e 14 mortali. Il dato complessivo è in diminuzione rispetto al 2014, ma con sensibile aumento, purtroppo, dei decessi. Le cause principali sono in 377 casi la velocità, 188 la precedenza, 152 i cambiamenti di direzioni e corsie. Delle persone coinvolte 1894 sono maschi, 829 femmine. La fascia di età più colpita è quella che dai 31 ai 50 anni (1034), poi quella oltre i 50 anni (868). Il mese più critico è stato novembre (116 incidenti), quello con minor numero di eventi febbraio (81). Il giorno della settimana più difficile è il giovedì (199), la domenica (con 92) quello più tranquillo. L'orario più “delicato” è quello intorno alle 9 di mattina (88 incidenti), mentre la notte, inevitabilmente, è il momento della giornata che fa registrare il minor numero di casi (6 alle una, alle tre ed alle quattro). Oltre ai 1176 incidenti, l'attività svolta dal Corpo registra, tra le altre cose: 64828 violazioni al cds, 12398 interventi gestiti dalla Centrale operativa, 27454 rilasci di permessi giornalieri, 51861 pratiche protocollate, 10512 accertamenti anagrafici. Sono complessivamente 396912 i chilometri percorsi, mentre le ore totali di servizio notturno e festivo sono state 33491. Le principali violazioni al cds accertate hanno riguardato: art. 7 regolamentazione della circolazione nei centri abitati (44513), art. 126bis mancata comunicazione dati conducente (2930), art. 146 violazione della segnaletica stradale (7958), art. 157 arresto, fermata e sosta dei veicoli (2477), art. 158 divieto di fermata e sosta dei veicoli (3778). Quanto ai pagamenti delle sanzioni, la media resta stabile: dei 6 milioni di accertamenti, si incassano circa 3,2; la cifra sale al 70 per cento dopo l'invio dei solleciti “pre-ruolo”. Sono diminuite, nel contempo, le multe ai semafori, mentre sul tema dei “lavavetri” si registra un fenomeno costante.