Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Accompagna donna in taxi e viene derubato

Esplora:

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Brutta disavventura per un tassista perugino impegnato in una corsa da Perugia a Umbertide. Non è riuscito a farsi pagare la tariffa per intero e ci ha rimesso pure uno smartphone da oltre 500 euro. La storia comincia intorno alle 11 di sera di lunedì 11 gennaio. Il tassista viene avvicinato da una ragazza di origini straniere che gli chiede di essere trasportata a Umbertide. Tutto bene finchè non si tratta di farsi pagare la corsa. La ragazza si fa lasciare presso la stazione di piazza Gramsci, ma al momento di erogare il compenso oppone il fatto che i soldi non li ha con sé. Chiede al tassista di aspettare e che avrebbe pagato la corsa. Il tassista non si fida e la segue. In effetti segue anche una discussione sul prezzo della corsa. Alla fine però un amico della donna si offre lui di pagare, anche se non il prezzo intero. Il tassista, pur almeno di non rimetterci, accetta i 40 euro concordati dopo una non facile trattativa. Nella concitazione di seguire la ragazza per farsi pagare la corsa, aveva lasciato aperta la portiera con appoggiato sul sedile del passeggero anteriore il suo telefono cellulare. Ed ecco l'amara sorpresa: qualcuno gli ha rubato lo smartphone, da oltre 500 euro, lasciato inavvertitamente sopra il sedile. Non gli è restato altro che presentare denuncia per furto.