Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Droga nascosta sotto al lavandino, presi tre irregolari

default_image

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

Aveva il divieto di uscire di notte da casa per una serie di reati legati alla droga, così aveva trasformato l'abitazione in una centrale dello spaccio. I carabinieri di Perugia hanno arrestato un giovane di 24 anni di origine tunisina, con precedenti specifici, nullafacente e irregolare, insieme a un connazionale di 31 anni, pregiudicato e irregolare, e a un libico di 29 anni, irregolare. Il fermo è scattato durante i controlli alle persone sottoposte agli arresti domiciliari e agli obblighi notturni. L'uomo, alla vista dei militari, è uscito rapidamente da casa raggiungendoli al portone d'ingresso del palazzo. Vedendolo sempre più irrequieto i militari una volta entrati nell'appartamento hanno ispezionato l'alloggio, sorprendendo altri due uomini che tentavano di celare la loro presenza tra i vani dell'abitazione e di nascondere dello stupefacente. Dalla perquisizione sono quindi saltate fuori da sotto il lavandino del bagno 23 buste in plastica termosaldata, contenenti eroina e cocaina, per un peso complessivo di circa 20 grammi, nonché 4 telefoni cellulari, un bilancino di precisione e altro materiale per il confezionamento dello stupefacente. Infine, i carabinieri hanno trovato anche 1.320,00 euro, quale provento dell'attività illecita di traffico di sostanze stupefacenti. La droga, il materiale per il confezionamento della sostanza stupefacente e la somma di denaro sono stati sequestrati, mentre sono scattate le manette per i tre soggetti  che sono stati condotti a Capanne con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.