Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rientra in casa e trova i ladri: terrore per un minorenne

Ale. Bor.
  • a
  • a
  • a

Era andato a trovare i vicini nel loro appartamento al piano di sopra. Insieme a lui c'erano anche i familiari. Poi è ridisceso a casa sua, prima di tutti. Ma ha fatto un pessimo incontro. Perché aperta la porta si è imbattuto in due uomini incappucciati. Di certo entrati poco prima per rubare, contando sul fatto che nell'appartamento non ci fosse nessuno. Protagonista della disavventura è stato un quattordicenne. Il fatto è avvenuto alla periferia nord di Perugia nel tardo pomeriggio di sabato 2 gennaio. Il ragazzino si è comprensibilmente spaventato anche perché i ladri per fuggire gli hanno dato una spinta. Per questo è stato anche portato all'ospedale. In questo modo il tentato furto si è tecnicamente trasformato in rapina. L'orario in cui è avvenuto il tentativo di furto in questo periodo è piuttosto classico. I malviventi scelgono i momenti in cui suppongono che i proprietari siano al lavoro. Ma stavolta hanno fatto male i loro calcoli. Nella serata di sabato 2 non era ancora emerso se i due incappucciati hanno avuto il tempo di trovare denaro e oggetti di valore da trafugare. Non escluso che il ragazzo rientrando tempestivamente abbia loro impedito di portare a termine l'impresa. Per fortuna l'episodio non è ulteriormente degenerato. Il fatto che degli intrusi abbiano dato una spinta a un minorenne provoca tuttavia non poca indignazione. Ecco il lato dei furti che davvero spaventa: quello degli incontri ravvicinati che purtroppo rischiano di avere conseguenze imprevedibili. Sul posto sono intervenuti gli agenti della volante che cercheranno di raccogliere elementi per rintracciare i due.