Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Beccato a rubare smartphone dallo spogliatoio di una ditta

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

I carabinieri di Terni hanno arrestato in flagranza di furto aggravato un trentunenne bloccato appena dopo aver rubato dall'interno di una ditta uno smartphone di ultimissima generazione. L'arrestato, residente a Terni ma di origini piemontesi e già gravato da precedenti di polizia sia per reati contro il patrimonio che legati agli stupefacenti, nella notte tra martedì 20 e mercoledì 30 dicembre si era furtivamente introdotto all'interno di una ditta dolciaria nel vocabolo Gatti. Raggiunto lo spogliatoio dei dipendenti, l'uomo aveva forzato con un cacciavite cinque diversi armadietti rubando da uno di questi un cellulare molto costoso in quanto ultima versione di una nota marca. Il colpo ha però avuto uno sfortunato epilogo per il ladro: infatti, l'allarme dato da uno degli operai che si era accorto della forzatura degli stipiti, ha permesso ai militari di un equipaggio dell'Arma, prontamente intervenuto sul posto, di sorprendere l'autore del furto che era ancora all'interno della ditta nascosto in un angolo buio. Riconsegnato lo smartphone al legittimo proprietario, il 31enne, è stato portato dai carabinieri in tribunale dove, convalidato l'arresto, il giudice ha disposto che lo stesso venisse scarcerato imponendogli però l'obbligo di firma.