Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Scoperta la badante ladra: colpiva e scappava

default_image

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

E' una di quelle storie che non vorresti mai sentire. E capita a Natale. Una donna di 45 anni, rumena, è stata individuata come responsabile di alcuni gravi episodi ai danni di persone anziane. Tutto è cominciato quando, qualche settimana fa, si è presentato in questura un uomo che voleva denunciare la badante di sua madre. L'anziana signora, quasi centenaria, afflitta da una grave invalidità, dopo appena due giorni di lavoro è stata lasciata sola in casa senza dire niente a nessuno dalla rumena, facendo sparire, prima della partenza, alcuni monili in oro oltre ad una somma vicina ai 300 euro. Il figlio era andato a visitarla proprio quel giorno e ha potuto prendersi immediatamente cura dell'anziana madre. L'uomo ha detto alla polizia di non conoscere le complete generalità della donna: sapeva solo che si era sino ad allora fatta chiamare “Simona” e il numero del suo telefono cellulare. I poliziotti hanno potuto lavorare proprio sull'utenza cellulare, che è risultata intestata ad una 45enne residente presso un appartamento della periferia perugina. Anziché la donna gli agenti lì hanno trovato un perugino di mezza età. Alla richiesta di notizie su “Simona”, l'uomo ha detto che si trattava della cittadina romena che aveva fatto da badante a sua madre fino al momento della sua morte. Ha aggiunto un particolare decisivo: il giorno dopo il funerale, la donna era sparita senza lasciare notizie, portando con sé tutti i gioielli presenti in casa dell'anziana. Da quel momento la polizia ha compreso di avere a che fare con una ladra abituale che non si faceva scrupoli ad approfittare della fiducia riposta nei suoi confronti da chi le aveva affidato i propri anziani genitori. E' così iniziata una nuova attività di ricerca della badante che poche ha avuto finalmente buon esito. Infatti, una volta rintracciata la 45enne, la squadra volante ha nuovamente convocato i figli delle due anziane signore presso cui aveva prestato servizio, i quali l'hanno riconosciuta senza alcun dubbio come la responsabile dei furti di poche settimane prima. A questo punto la polizia ha proceduto a denunciare la romena per il reato di furto in abitazione e in considerazione del primo episodio di abbandono di persona incapace di provvedere a se stessa.