Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Moglie uccisa col fucile, Rosi resta in carcere

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Francesco Rosi rimane in carcere. L'uomo, arrestato per aver ucciso nella sua casa a Perugia con una fucilata la moglie Raffaella Presta (LEGGI l'articolo), aveva chiesto la concessione dei domiciliari. I giudici del tribunale del riesame tuttavia hanno rigettato l'istanza: nei prossimi giorni sono attese le motivazioni. La difesa nella giornata di martedì 15 dicembre aveva depositato pure l'esame del Dna, il quale ha stabilito come il figlio della coppia in realtà non sia geneticamente figlio del marito omicida.