Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Albero di Natale e presepe dedicato ai migranti accesi dal Papa

(foto Mauro Berti)

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

Attenti controlli delle forze dell'ordine, anche con metal detector, ad Assisi per la cerimonia di domenica pomeriggio che ha visto il Papa accendere simbolicamente via web dal Vaticano l'albero di Natale e il presepe dedicato ai migranti (GUARDA le foto). Molta la gente che ha partecipato in una bella atmosfera nella piazza davanti alla Basilica Inferiore. L'accensione è avvenuta al termine di una messa che è stata presieduta dal Prefetto della Casa Pontificia monsignor Georg Gaenswein che ha benedetto il presepe allestito in una barca di sette metri che ha viaggiato nel mar Mediterraneo e che nel marzo 2014 ha trasportato nove tunisini a Lampedusa. Erano presenti anche 31 profughi ospitati dalla Caritas diocesana e un ufficiale della Marina Militare che ha partecipato alle operazioni di salvataggio dei migranti nel canale di Sicilia e sono stati consegnati ai bambini delle famiglie più bisognose i giocattoli offerti dalle Ferrovie dello Stato Italiane e dalla Marina Militare. Il Papa chiede ai migranti di avere speranza. In video-collegamento con Assisi, dove quest'anno l'albero di Natale e il presepe sono dedicati ai migranti, ha detto: "A tutti i rifugiati dico una parola che e' quella del profeta: alzate la testa, il Signore e' vicino. E' con Lui la forza, la salvezza e la speranza. Il cuore forse e' addolorato ma testa alta nella speranza del Signore".