Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vecchi rancori tra vicini, anziano prende il fucile e spara

La vicenda è finita in tribunale a Perugia

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Vecchi dissapori e rancori, mai sopiti nel tempo. Naturalmente tra vicini di casa che condividono tra l'altro un cortile esterno. Che, soprattutto in estate, una delle famiglie utilizza per grandi banchetti all'aperto. Forse un po' troppo “rumorosi”, secondo l'altra famiglia. Fino a quando, uno dei componenti di quest'ultima, si macchia di un gesto “forte”. Perché, in un momento di rabbia, come recita il capo d'imputazione, “con un fucile da caccia fa esplodere dei colpi in aria”. Che avrebbero scatenato legittima paura dal parte delle persone confinanti. Fatti che, secondo quanto emerso in fase d'indagine, si sarebbero ripetuti. Dalla denuncia è scattato un procedimento giudiziario nei confronti dell'uomo di 75 anni che avrebbe sparato. Che ora si trova a processo per molestie e minacce. La vicenda si è consumata in una frazione alle porte di Perugia. In aula la “sfida” è continuata soprattutto sul fatto che il fucile ha sparato pallini veri. Mentre per la difesa, rappresentata dall'avvocato Brazzi, i colpi erano “ad aria compressa”.