Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Furti e scippo, arrestate quattro persone

Le taniche di gasolio

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

Due furti sventati e quattro arresti: è l'attività dei carabinieri della compagnia di Assisi negli ultimi giorni. L'attività condotta dai militari coordinati dal maggiore Marco Sivori ha portato in rapida successione tre arresti, di cui uno per scippo e due per furto di gasolio. Il primo episodio ha visto protagonisti gli uomini dell'aliquota radiomobile: mentre i militari transitavano di fronte d un supermercato della zona hanno ricevuto la segnalazione da parte di alcuni utenti della strada  la cui attenzione era stata attirata dalle grida della donna. Una zingara nota alle forze dell'ordine le aveva appena sfilato il portafogli dalle mani mentre era intenta a pagare la spesa dileguandosi immediatamente dopo.  La donna è stata fermata pochi istanti dopo mentre aveva ancora con sé il borsello della vittima. La refurtiva è stata riconsegnata e per la nomade sono scattate le manette. Stessa sorte è toccata a due cittadini rumeni, rispettivamente zio e nipote sorpresi dai carabinieri di Bastia Umbra mentre stavano asportando del gasolio da alcuni mezzi di una nota ditta della zona. Anche in questo caso la refurtiva è stata interamente recuperata e le perquisizioni domiciliari eseguite presso le abitazioni dei due hanno permesso di rinvenire un altro consistente quantitativo di  carburante su cui sono ancora in corso accertamenti al fine di stabilirne la provenienza. Anche per loro il pubblico ministero ha disposto l'arresto in attesa della celebrazione del giudizio per direttissima. Ultimo arresto nella notte tra martedì e mercoledì a  Bastia Umbra: intorno alle 5 i militari hanno notato un giovane girare in bicicletta con due borsoni a tracolla per le vie del centro. Fermato, il ragazzo, un trentenne residente ad Assisi stava facendo rientro a casa  dopo avere perpetrato due furti ai danni di due distinte strutture ricettive, con sede entrambe ad Assisi. Un hotel ed un ristorante da cui nel corso della notte erano stati trafugati computer portatili, cellulari, bevande di vario genere, una borsa da donna griffata e una stufa elettrica. La perquisizione ha poi permesso di rinvenire anche una carta di identità rubata a Perugia lo scorso 2 novembre. Il giovane, gravato da numerosi precedenti di polizia e denunciato di recente  per i medesimi reati anche dalle altre forze di polizia, è stato arrestato per furto aggravato continuato e denunciato per la ricettazione del documento. Anche per lui è stato fissato il  giudizio per direttissima.