Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Picchia e provoca lesioni gravi al compagno di scuola

Chi. Fa.
  • a
  • a
  • a

Ventenne rinviato a giudizio per lesioni gravi ai danni di un compagno di scuola. Così ha deciso il gup del tribunale di Spoleto, Federica Fortunati, chiamata a decidere sull'aggressione verificatasi nel novembre 2011 all'interno di un istituto superiore di Spoleto e costata un intervento chirurgico alla giovane vittima che oggi, a seguito dei fatti, fa i conti con un'invalidità del 70 per cento. All'interno del plesso scolastico il ventenne, assistito dall'avvocato Roberto Coricelli, avrebbe iniziato a discutere animatamente e per futili motivi col compagno di scuola di poco più piccolo, passando rapidamente dalle parole alla mani. La lite iniziata in palestra si sarebbe trascinata fino all'aula dove lo studente aggredito sarebbe stato soccorso a seguito di un pugno alla testa. Il personale medico che lo ha preso in cura ha diagnosticato un trauma cranico esteso, oltre che lesioni in varie parti del corpo, tanto da spingere i camici bianchi a intervenire chirurgicamente. Tuttavia le conseguenze riportate dalla giovane vittima, costituitesi parte civile nel procedimento, si sono trascinate causandogli un'invalidità del 70 per cento. I genitori dello studente nel 2012 avrebbero anche querelato i medici e l'istituto scolastico, atti che il gip ha stralciato dal fascicolo e rinviato alla procura per tutti gli accertamenti del caso. In aula a rappresentare la pubblica accusa il pm Patrizia Mattei. Il ventenne per i fatti in questione è stato rinviato a giudizio, il processo a suo carico si aprirà in primavera di fronte al giudice monocratico.