Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Anziana morta nel lago, indagata la giovane badante

Maurizio Muccini
  • a
  • a
  • a

Sulla misteriosa morte della quasi ottantenne Maria Brenci, scomparsa nel lontano 27 gennaio del 2013 da Montemolino di Todi, c'è una richiesta di rinvio a giudizio nei confronti della giovanissima badante. Che aveva visto l'ultima volta la signora originaria di Massa Martana. E che in quel maledetto giorno aveva incontrato per caso e che aveva accompagnato in auto prima di lasciarla in una area di sosta dove la poveretta avrebbe dovuto vedere una conoscente. Collaboratrice domestica che ora la procura perugina - sostenuta dal dottor Mario Formisano - ha iscritto nell'elenco degli indagati con l'ipotesi di abbandono di persona incapace. La tragica vicenda era stata più volte seguita dalla trasmissione televisiva di Rai Tre “Chi l'ha visto”, con tanto di intervista alla giovane che aveva in cura l'anziana. Come si ricorderà il corpo di Maria Brenci fu restituito dalle acque del lago di Corbara il 20 marzo sempre del 2013. La famiglia della vittima, rappresentata dagli avvocati perugini Antonio Cozza e Alessia Modesti, non ha mai creduto all'ipotesi del suicidio o quantomeno all'incidente. “Troppe cose strane, troppi fattori inquietanti”, si erano limitati a dire. Non resta che attendere.