Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Funzionario del Comune nel mirino della Corte dei Conti

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

La Corte dei conti ha chiesto la condanna di un funzionario del Comune di Passignano al risarcimento di quasi ottomila euro per non aver fatto rispettare quanto disposto da un contratto stipulato fra l'amministrazione e una cooperativa che gestiva un centro estivo. All'origine della vicenda c'è un risarcimento al quale il Comune fu condannato dal tribunale in sede civile nei confronti di una famiglia, il cui figlio era rimasto ferito al tendine d'Achille durante l'attività estiva del centro. Il Comune aveva resistito sostenendo che la cifra andava imputata ai gestori dell'attività, ma venne comunque condannato. Ora la richiesta della Corte dei conti, che chiama in causa il funzionario comunale proprio perché avrebbe dovuto far rispettare la clausola secondo la quale ogni genere di responsabilità dovuta a danni a persone, a cose e a terzi sarebbe dovuta ricadere sulla cooperativa che si occupava del progetto. Il che era previsto esplicitamente nell'accordo che era stato sottoscritto fra l'amministrazione comunale e la società che gestiva il centro estivo.