Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Falsi incidenti per truffare le assicurazioni, ecco chi gestiva il "giro"

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Simulavano incidenti stradali allo scopo di ottenere risarcimenti dalle maggiori compagine assicurative nazionali: per questo erano finite nei guai 25 persone, nell'ambito di un'operazione condotta dalla polizia stradale di Terni. Mercoledì 28 ottobre il gup Santoloci ha ammesso la costituzione di parte civile da parte di sei gruppi assicurativi, individuati come parte offesa nel corso delle indagini. In pratica il "giro" era gestito da cinque persone: un ex agente assicurativo, un meccanico disoccupato e tre agenti della Forestale. Tutti indagati per associazione a delinquere finalizzata alla truffa. Gli altri venti denunciati avrebbero, secondo l'accusa, messo a disposizione nomi, testimonianze e un supporto pratico alla riuscita di ogni singola messinscena. Il tutto in cambio di denaro o favori.