Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Bufale e truffe su Facebook e Whatsapp, ecco le ultime in circolazione

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

Truffe e ‪bufale su ‪Facebook e ‪‎Whatsapp, ecco le ultime in circolazione. La polizia di Stato ha diffuso un nuovo decalogo per evitare alcune delle truffe più in voga in questo momento sui social network. Il tentativo numero 1 riguarda il sondaggio Migros, Ikea, H&M. "Se vi arriva un messaggio su Whatsapp da una di queste catene di negozi, con la promessa di un premio rispondendo a un breve sondaggio, rifiutatevi di farlo - spiegano dalla polizia - E' un modo per rubare i vostri dati personali, si chiama phishing". Tentativo numero 2: concorso a premi Samsung. Periodicamente su Facebook ritorna questo finto concorso in cui, con la promessa di ricevere gratuitamente uno smartphone, si è invitati a mettere “mi piace”, lasciare un commento e confermare la partecipazione cliccando su un link. Proprio questo ultimo passaggio attiverà sul vostro cellulare un servizio a pagamento. Non solo non riceverete niente, ma ci rimetterete dei soldi. D'altra parte basta leggere il modo in cui è scritto il post, per capire che c'è qualcosa che non va. Tentativo numero 3: la mail con la grafica di Whatsapp contenente un presunto messaggio vocale. Se ricevete un simile messaggio di posta elettronica, evitate di aprirlo, segnalatelo come spam o cestinate. Se premete play, infatti il vostro dispositivo si infetterà. "Proprio in merito a questo - continuano dalla polizia - la postale sottolinea l'importanza di non abbassare mai la guardia, perché il più delle volte i dispositivi vengono infettati direttamente da chi li utilizza, cliccando su dei link con troppa leggerezza".  E per finire non poteva mancare la bufala, quella della “danza del Papa”. Un messaggio che può arrivare su Facebook o su Whatsapp avverte di “non aprire un video intitolato la danza del Papa perché è un potente virus che formatta il cellulare”. Viene inoltre lanciato l'appello di avvertire tutti i contatti condividendo il messaggio il più possibile. "In realtà è una doppia bufala, perché non esiste nessun video e nessun virus. Se avete ricevuto e inviato questo messaggio oltre ad aver partecipato alla solita “catena” avete perso il vostro tempo".