Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Morto nell'auto sotto un tir: "Un grande mister, bambini sotto choc"

La vittima dell'incidente Luciano Fiaschini

A. Mo.
  • a
  • a
  • a

Luciano Fiaschini ha incontrato la morte mentre si stava recando a Quadrelli di Montecastrilli per un'amichevole tra la squadra di calcio del paese e l'Avigliano. Da un paio di mesi il 52enne era l'allenatore della formazione giovanile del Quadrelli in cui militano bambini dai 4 ai 9 anni. LEGGI L'ARTICOLO SUL TRAGICO INCIDENTE Un hobby a cui si dedicava, da sempre, con grande entusiasmo e professionalità. “Era molto scrupoloso e aveva delle indubbie capacità tecniche anche per via della sua lunga esperienza nel campo giovanile, ma soprattutto era una guida per i bambini che, quando hanno appreso la notizia, sono rimasti sotto choc”. Così Nando Baiocco, dirigente del Quadrelli, tra i primi a ricevere la tragica notizia. “Stranamente - racconta - venerdì 16 ottobre era in ritardo all'appuntamento. Poi è arrivata la mamma di uno dei nostri bambini e ha detto che lungo la strada aveva incrociato un incidente con un'auto come quella del mister. A tutti si è gelato il sangue. E' stato come un tragico presentimento. Ho provato più volte a richiamarlo al cellulare, ma squillava a vuoto. Poi abbiamo saputo quello che era successo. Per tutti noi è stato un trauma terribile. Ci mancherà tantissimo...”. A Quadrelli Luciano era molto conosciuto anche perché vi aveva abitato prima di trasferirsi a Terni. Lo ricordano con affetto anche le altre squadre che aveva allenato di recente: dal Terni Est passando per il San Gemini.