Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Nasconde droga vicino alla scuola e poi danneggia l'auto della polizia

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Gli uomini della squadra mobile – sezione quinta “Antidroga” di Perugia hanno svolto e portato a termine una operazione volta al contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti. Gli agenti hanno monitorato la zona dell'Elce, dalla quale sono giunte ultimamente numerose segnalazioni di movimenti sospetti. Perlustrando e monitorando la zona adiacente ad una scuola, dove le segnalazioni di spaccio erano state principalmente rivolte, gli agenti della mobile sono riusciti ad individuare un “nascondiglio” di droga: nello specifico, percorrendo una scalinata, hanno notato che, a metà scalinata, vi erano dei pezzi di travertino abilmente posizionati, dietro i quali sembrava potesse nascondersi qualcosa. Gli agenti hanno rinvenuto infatti, su entrambi i lati della scala, ben occultati, due diversi involucri contenenti della polvere bianca: le successive analisi, hanno permesso di appurare che si trattava di eroina per oltre 80 grammi e cocaina per oltre 10 grammi. A questo punto, i poliziotti hanno pensato bene di nascondersi in attesa del “titolare” della sostanza nascosta. Il proprietario della merce non si è fatto attendere più di tanto: è giunto a bordo di uno scooter, ha parcheggiato ed è salito sulle scale con estrema circospezione. All'altezza dei nascondigli, ha infilato un braccio all'interno del buco ma, appena ha sentito i passi degli agenti, si è messo subito in fuga con lo scooter. Il giovane è stato inseguito fino alla stazione Fontivegge, dove è andato ad urtare, in un vano tentativo di tagliare la strada, il paraurti dell'auto di servizio della Mobile, per poi cadere rovinosamente a terra. Messo in sicurezza, è stato arrestato nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale. Si tratta di un tunisino di 31 anni, pluripregiudicato: l'arrestato risultava essere già stato oggetto di espulsione dal territorio con accompagnamento alla frontiera. Pertanto è stato arrestato anche per il reato previsto dall'art. 13 comma 13° del Dlgs. 286 del 1998. Ma non finisce qui: lo stesso scooter con cui girava e con il quale ha danneggiato l'auto della polizia, risultava essere stato rubato a Perugia soltanto due settimane fa. L'uomo è stato quindi anche denunciato per ricettazione.