Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Bimbo molestato, niente sconti al rigattiere: condanna confermata

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Niente sconti per il rigattiere di 77 anni di Fossato di Vico, accusato di molestie sessuali nei confronti di un bambino di otto anni. Venerdì 25 settembre in corte d'Appello, infatti, il presidente del collegio Pierucci ha confermato la condanna a sette anni e otto mesi inflitta in primo grado nel dicembre dello scorso anno (sentenza emessa, come si ricorderà, dal giudice Luca Semeraro). Ma i guai per l'artigiano non finiscono qui. Visto che successivamente era stato raggiunto da un'altra misura cautelare (ai domiciliari) per presunti abusi anche sulla sorellina. Abusi che si sarebbero consumati nel sottoscala di una abitazione. Nell'avviso di conclusione delle indagini preliminari si parla (con tanto di particolari) “di più azioni esecutive di un medesimo disegno criminale, con ripetuti atti sessuali con il piccolo e con la sua sorellina, entrambi minorenni, in cambio di caramelle. Fatti verificatisi tra il novembre del del 2012 fino al giugno del 2014”. Una posizione, quindi, che rischia di complicarsi ancora di più. “Faremo ricorso in Cassazione. - ha sottolineato il difensore, l'avvocato Ubaldo Minelli, al termine della lettura del verdetto - Purtroppo non si è tenuto conto dello spirito collaborativo del mio cliente e quindi della sua confessione. Le generiche ci stavano tutte”.