Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ladri scatenati, colpite almeno sei abitazioni

Sara Minciaroni
  • a
  • a
  • a

I ladri tornano a colpire. Dopo il raid di furti che recentemente ha colpito la zona di Magione i malviventi hanno messo a segno un'ulteriore serie di colpi, la maggior parte dei quali sono fortunatamente falliti, nella notte tra giovedì 17 e venerdì 18 settembre. Sono diversi infatti i cittadini del Trasimeno che hanno notato l'inconfondibile passaggio dei malfattori: porte e finestre danneggiate, scale appoggiate al terrazzo del primo piano e allarmi che sono scattati anche alle 5 del mattino. Su tutti il furto più grave è stato messo a segno ai danni dei proprietari di un'abitazione nella zona di Torricella dove è stata rubata anche l'auto di famiglia, una Renault Modus sparita dal parcheggio sotto casa. I proprietari al loro risveglio hanno subito capito che qualcuno era entrato di notte nella loro abitazione, ma la scoperta più amara è arrivata quando, una volta usciti, si sono accorti che i ladri si erano portati via prima le chiavi, da sopra il tavolo e poi l'auto. Un modus operandi considerato “classico” e che forse è anche in grado di fornire qualche spunto investigativo agli inquirenti che di lavoro ne avranno molto nelle prossime ore visto che sarebbero almeno sei le segnalazioni tra furti tentati e messi a segno. Nei casi in cui il colpo è andato a buon fine il bottino è consistito in denaro contante, trovato frugando nelle borse e nei portafogli e telefoni cellulari anche se di poco valore. A mettere in fuga i ladri in alcuni casi sarebbero stati gli impianti d'allarme prontamente scattati al tentativo di effrazione e dei sistemi di sicurezza tipo chiavistelli e porte blindate che evidentemente non sono riusciti a forzare. In una delle abitazioni è stato invece il cagnolino di famiglia, abbaiando a più non posso, a scacciare i malviventi.