Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Insulti, minacce e botte alle mogli: raffica di denunce

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Un albanese di 31 anni è stato trovato a casa dagli agenti della squadra volante di Terni seduto vicino ad un coltello di grosse dimensioni, dopo che la sua compagna era riuscita a fuggire in strada, scalza e in pigiama, dalla loro casa nel centro della città. La donna, rumena, dopo essere stata picchiata e afferrata per il collo, è riuscita a divincolarsi e a richiedere l'intervento della polizia, che l'ha immediatamente soccorsa e affidata alle cure dei sanitari che le hanno diagnosticato 7 giorni di prognosi. L'uomo con precedenti per reati di droga e con vari provvedimenti di espulsione contro i quali ha però presentato ricorso, è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e minacce aggravate. La compagna ha riferito che la loro era da subito stata una convivenza difficile, ma che nell'ultimo mese la situazione era peggiorata, tanto che veniva picchiata sistematicamente tutti i giorni.  Lesioni alla moglie, ternano denunciato - Un altro caso di violenza domestica ha invece avuto per protagonista un ternano di 38 anni, incensurato, denunciato dalla moglie per atti persecutori, ingiurie, lesioni e minacce, reati aggravati perché commessi in presenza dei figli minori. E' stata la donna a decidersi di rivolgersi alla polizia, esasperata dai maltrattamenti del marito dal quale è in fase di separazione.  Marito geloso, denunciato per danneggiamento - Ha danneggiato invece una finestra, rompendone il vetro, il marito geloso che ha seguito, completamente ubriaco, la moglie sul luogo di lavoro, insultandola ed accusandola di averlo tradito. La donna, rumena che lavora come badante per un'anziana, non ha permesso che l'uomo, un suo connazionale di 22 anni, salisse in casa della signora, ma lui è rimasto in strada fino all'arrivo della polizia di Terni, chiamata dai proprietari dell'abitazione che l'hanno denunciato per danneggiamento aggravato.