Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

"Correte c'è un omicidio", ma voleva solo trovare la fidanzata

default_image

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

Chiede l'intervento del 113 per un omicidio, ma era solo per rintracciare la fidanzata allontanatasi con un amico. “Correte! C'è stato un omicidio vicino alla stazione ferroviaria”, e poi la telefonata anonima si interrompe. Immediato l'allarme da parte dell'agente che ha preso la segnalazione arrivata al 113 alcune notti fa, che ha mandato sul posto una pattuglia, richiamando nel frattempo il numero che era apparso sul display. Dopo vari tentativi, la stessa voce rispondeva che non c'era stato nessuno omicidio, ma che aveva chiamato il 113 per rabbia. Quando gli agenti sono arrivati nei pressi della stazione hanno riconosciuto l'autore della telefonata: un pregiudicato orvietano di 44 anni, tossicodipendente, che ha dichiarato di aver chiamato la polizia perché la sua ragazza se ne era andata via con un suo amico che lui non sopportava. E' stato denunciato per procurato allarme all'autorità.