Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Beccati a spacciare droga al parco ai giovani del posto

La droga sequestrata

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Cittadini marocchini 47enni con regolare permesso di soggiorno a Terni per lavoro, come ambulanti, rilasciato da province del nord Italia, ma di fatto disoccupati e senza fissa dimora e con una lunga lista di precedenti penali per reati di droga: sono stati denunciati dalla polizia in un fine settimana che ha visto gli uffici operativi della questura impegnati su più fronti per garantire la sicurezza dei cittadini. Sia i parchi, che le piazze sono stati passati al setaccio dagli uomini della squadra antidroga, che nel tardo pomeriggio di sabato 8 agosto hanno notato un andirivieni sospetto nel parco in zona Castello. Seduto su una panchina, un magrebino sulla cinquantina riceveva, uno dopo l'altro, ragazzi e ragazze, che dopo aver parlato almeno un quarto d'ora con lui, si alzavano e se ne andavano, non prima però di aver intascato velocemente la dose di stupefacente. Insolito il metodo dello spaccio che prevede, in genere, tempi molto più rapidi. Ad uno ad uno, i ragazzi, ternani, sono stati fermati ed oltre ad aver ammesso di aver comprato hashish e marijuana, hanno detto che si fermavano a parlare volentieri con l'uomo, che oltre ad essere il loro fornitore era diventato anche il loro confidente. In quattro sono stati segnalati alla Prefettura come assuntori e il marocchino, che diceva alla famiglia rimasta al nord che andava a vendere sulle spiagge della riviera romagnola, è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio. Stessa sorte per il suo connazionale fermato in piazza dei Bambini e delle Bambine più tardi; la droga, 25 grammi in tutto è stata sequestrata.