Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Finge rapimento della figlia perché contrario alla sua relazione

default_image

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Finge il rapimento della figlia quindicenne perché disapprova la sua relazione con un ragazzo di diciassette anni. E ora un 50enne cittadino rumeno si trova indagato per simulazione di reato e falso in atto pubblico. Il fatto è accaduto nella giornata di lunedì 22 giugno a Piacenza. Con l'uomo che, una volta piombato in questura, ha riferito agli agenti che aveva ricevuto una telefonata dai rapinatori, che gli avevano detto che stavano portando sua figlia proprio a Perugia e che doveva preparare la bellezza di 10mila euro per riaverla presto. Frasi che hanno fatto attivare non solo la questura di Piacenza, ma anche i colleghi di Perugia. Alla fine la verità è venuta a galla in tutti i suoi inquietanti dettagli.