Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugino in vacanza si spinge troppo al largo e rischia di affogare

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Si era spinto troppo al largo nonostante le onde in quel momento fossero alte. Sicuro nei suoi mezzi. Ma ad un certo punto, proprio mentre stava nuotando, ha accusato dei forti crampi. Rischiando seriamente di affogare. Per fortuna, quelle braccia tese verso il cielo e i suoi movimenti a dir poco scomposti ed agitati, non sono sfuggiti agli assistenti bagnanti, presenti sulla riva. Che, una volta individuato con il cannocchiale, si sono gettati subito in suo soccorso, mettendolo di fatto in salvo. Attimi che sono sembrati un'eternità. Alla fine tutto si è risolto per il meglio per il 42enne perugino in vacanza ormai da alcuni giorni a Fermo, nelle costa marchigiana (tra l'altro molto affollata da umbri in questo particolare periodo). Ma la paura è stata comunque tanta, considerata la notevole distanza dalla riva, letteralmente “divorata” dalla prontezza dei giovanissimi assistenti bagnanti a disposizione della locale Marina. Che, una volta abbracciato a mare aperto, lo hanno affidato alle cure di un altro bagnino, specializzato nel primo intervento. Per l'uomo non sono nemmeno state necessarie le cure mediche, anche se è rimasto sotto osservazione per circa mezz'ora sulla spiaggia, raggiunto dai familiari.