Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Minorenne molestata in garage, condannato a 4 anni e 2 mesi

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Ha terrorizzato per quasi un'ora una ragazzina di Perugia di appena 14 anni, portandola via da un parco: l'ha quindi trascinata per i capelli e poi l'ha palpeggiata in un garage. Per questo un uomo di 35 anni è stato condannato per violenza sessuale a 4 anni e 2 mesi di reclusione. Una pena durissima, con tanto di attenuanti generiche in relazione all'aggravante, considerato che l'imputato non aveva alcun precedente alle spalle. Mentre alle parti civili, in merito ad una richiesta iniziale di 50.000 euro di risarcimento, è stata concessa una provvisionale di ben 20.000 euro. Il verdetto è arrivato nella tarda mattinata di giovedì 28 maggio. L'imputato ha confessato: "In quei momenti ho perso letteralmente la bussola - ma, non ho fatto nulla per costringerla ad avere un rapporto con me. Ho solo allungato una mano, certo. Ma io non centro nulla con la violenza sessuale”. Frasi disperate che non sono però riuscite a far breccia sul giudice. Da qui si è arrivati alla sentenza. Secondo la ricostruzione accusatoria del pubblico ministero Giuseppe Petrazzini, l'uomo aveva notato la giovanissima nel parco, in compagnia di amici. E dopo aver intimorito tutti presenti (sembra siano volati anche spintoni), l'avrebbe portata via da quel posto con la scusa di riaccompagnarla presto a casa. Da qui i drammatici momenti in balìa dell'uomo. Che, completamente ubriaco, come emerge negli atti, “l'avrebbe a quel punto presa con la forza per i capelli, trascinandola verso il garage di una palazzina a ridosso del centro storico di Perugia, tentando di violentarla”. Articolo completo nel Corriere dell'Umbria di venerdì 29 maggio a cura di Maurizio Muccini