Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Bimba morta a due anni, chiesa gremita ai funerali

default_image

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Le campane hanno suonato a festa, gli abiti di bianco. “Vittoria avrebbe voluto così – dice don Marco, il parroco della Madonna del Prato, a Gubbio, durante la Messa – è un piccolo angelo che è volato in cielo e che prima di tornare alla casa del Padre ha voluto dare in dono la vita”. C'erano tutti, ma proprio tutti al funerale. La chiesa gremita, la gente anche fuori, fino sulla strada. Tutti per dare l'ultimo saluto alla bimba di due anni che è morta dopo essere caduta dal letto (LEGGI L'ARTICOLO). C'erano anche i tamburini dei Ceri, che si sono stretti nel dolore con i genitori, il babbo Giorgio e la mamma Claudia. La storia di Vittoria è la storia di una bimba che ha lottato fin dal primo momento, fin dal primo vagito. Ha dovuto battagliare con la sindrome di Alagille, una malattia rara che coinvolge diversi organi, oltre al fegato. La sera della vigilia dei Ceri la tragedia: una banale caduta dal letto, l'ematoma alla testa, la corsa in ospedale, il trasferimento ad Ancona in un altro nosocomio. Ma Vittoria non ce l'ha fatta. Articolo completo nel Corriere dell'Umbria di venerdì 22 maggio a cura di Euro Grilli