Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Negoziante minacciato con cavatappi alla gola, restano in carcere i due rumeni

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Il giudice per le indagini preliminari Maurizio Santoloci ha tenuto nel carcere di Terni l'udienza di convalidata dei due rumeni arrestati dalla polizia di Stato sabato scorso (LEGGI L'ARTICOLO). Nel corso dell'udienza il giudice ha convalidato l'arresto dei due rapinatori evidenziando la propensione al delinquere, seriale e continuata, per la reiterazione delle loro condotte devianti paragonandoli ad una “banda mobile”. Il giudice ha inteso mantenere una linea di assoluta fermezza ed intransigenza nei confronti dei due rapinatori e di altri due arrestati dalla squadra mobile per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti, applicando per entrambi i casi la misura della custodia cautelare in carcere e ritenendo, quella degli arresti domiciliari solo una “base di lancio operativa” dalla quale partire per utilizzare il territorio cittadino come un grande “bancomat”. Il giudice ha anche trasmesso l'ordinanza di convalida dell'arresto e di applicazione della misura cautelare al Questore ed al Prefetto concedendo il nulla osta per gli eventuali provvedimenti di allontanamento dal territorio nazionale, che per uno dei due arrestati era già stato adottato per motivi di ordine e sicurezza pubblica.