Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perseguita moglie e figli per 40 anni, pensionato nei guai

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Gli agenti della divisione anticrimine hanno notificato a un pensionato di 65 anni, residente in zona Ponti, a Perugia, l'ordinanza emessa dal gip del Tribunale di Perugia che gli impone l'allontanamento dalla casa familiare e il divieto di avvicinamento dai luoghi frequentati abitualmente dalla moglie e dai tre figli. I poliziotti hanno iniziato l'indagine nel giugno scorso, quando la donna ha deciso di rivolgersi alla questura per denunciare il comportamento persecutorio ed ossessivo del marito, abitualmente dedito al consumo smodato di alcol, durante i 40 anni di matrimonio. Per i fatti lamentati pochi giorni dopo il questore aveva emesso nei suoi confronti l'ammonimento a cambiare condotta. Da allora l'uomo ha tentato di cambiare stile di vita, avviando anche uno specifico percorso terapeutico; la donna è stata collocata momentaneamente ad una struttura protetta. Tali comportamenti, anche se affievoliti, sono comunque stati successivamente reiterati e nel tempo si sono rivolti soprattutto nei confronti dei figli, compromettendone la tranquillità e la libertà provocando anche in loro un perdurante stato di paura e timore per la propria incolumità. Per tali ragioni, a seguito di una specifica querela inoltrata dalla moglie e dai riscontri acquisiti dagli investigatori, il pm ha richiesto al gip la misura cautelare con la quale è stato disposto all'indagato, per tutelare le vittime, il divieto di frequentare la casa familiare e di non avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla moglie e dai figli.