Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Abusi sessuali su una minorenne, a processo a 91 anni

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

A novantuno anni si trova ad affrontare un processo con un'accusa pesante come un macigno: violenza sessuale. Comunque vada l'anagrafe lo terrà lontano dal carcere, questo è sicuro. Ma sostenere un procedimento giudiziario di questa portata non sarà, per lui, cosa sicuramente facile. L'arzillo nonnino residente nel Perugino continua a respingere ogni addebito, così come già fatto in aula nel mese di marzo dello scorso anno, quando era stato rinviato a giudizio. Con la pubblica accusa, sostenuta dal pubblico ministero Giuseppe Petrazzini, che non ha fatto sconti. Il pensionato, quindi, secondo quanto si legge nella ricostruzione, “dopo aver seguito e raggiunto la ragazzina, all'epoca dei fatti minorenne, l'afferrava con violenza. Stringendola forte a sé nel tentativo di baciarla in bocca. Poi, riuscendo a baciarla sulla guancia, cercava di abusare di lei”. Il fatto si sarebbe verificato il 14 febbraio del 2008. E martedì 3 marzo è andato in scena il primo round del processo davanti al collegio presieduto da Gaetano Mautone (Volpe-Noviello), che ha dato il via libera all'acquisizione delle prove. Le parti in causa (la ragazzina, ora maggiorenne, si è costituita parte civile con gli avvocati Francesco Marcucci e Francesca Pieri) hanno chiesto l'ammissione dei testi con l'esame dell'imputato stesso. Che potrebbe essere ascoltato già a partire dalla prossima udienza, fissata al mese di ottobre prossimo. Quando il processo entrerà di fatto nel vivo.