Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Beccato con la coca addosso, in auto e in casa: poi picchia gli agenti

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Continuano i servizi volti alla prevenzione ed alla repressione del traffico di droga “ad ampio raggio”, aventi quale obiettivo l'individuazione dei flussi di sostanze stupefacenti che vengono introdotti a Perugia, attraverso le principali arterie di ingresso alla città, svolti dalla polizia, nello specifico dalla squadra mobile – sezione “Antidroga”, diretta da Marco Chiacchiera, e dal commissariato di Città di Castello, diretto da Marco Tangorra. La sera dello scorso giovedì 12 febbraio, la polizia ha deciso di osservare e monitorare la zona di via Settevalli, dove diverse segnalazioni di residenti ed esercenti commerciali avevano segnalato diversi movimenti sospetti tra autoveicoli nei parcheggi dei vari esercizi, soprattutto nelle ore notturne, movimenti evidentemente legati allo spaccio di sostanze stupefacenti. Verso le ore 21, gli agenti si appostano in una delle aree di sosta in questione: qui giunge un uomo a bordo di una Opel Corsa; il tipo entra in un ristorante e poi esce con circospezione, inducendo gli agenti a controllarlo. Mentre stava per raggiungere il suo veicolo, l'uomo viene fermato dalla polizia che, distintivo alla mano, gli chiede i documenti di identità, ma a quel punto i sospetti degli agenti trovano immediato riscontro: l'uomo mette in atto un disperato tentativo di fuga e nel frattempo, infilando prontamente una mano in una tasca della sua giacca, cerca di disfarsi di un fazzoletto di carta di colore bianco arrotolato. Una volta raggiunto dagli agenti, il tizio si scaglia violentemente contro di essi colpendoli con calci, pugni e gomitate per poi gettarsi a terra trascinandosi un paio di essi: per entrambi gli agenti lesioni guaribili in pochi giorni, mentre l'uomo è stato immediatamente tratto in arresto per violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Ma non finisce qui: da una prima perquisizione sulla persona, sono stati rinvenuti 12 involucri termosaldati contenenti cocaina per complessivi 5 grammi. All'interno del veicolo i poliziotti hanno trovato inoltre un mattarello della lunghezza di 44 centimetri. Del quale, ovviamente, l'uomo non ha saputo giustificare il porto. A casa, infine, lungo la strada Eugubina, anch'essa sottoposta ad accurata perquisizione, gli investigatori hanno rinvenuto altri 33 involucri di cocaina per un peso di 13,50 grammi, pronti per la cessione al dettaglio, ed una confezione più grande del peso di circa 400 grammi, sempre della stessa sostanza; trovati anche 750 euro in contanti. L'uomo, romano di 54 anni ma residente a Perugia, è stato tratto in arresto in flagranza di reato, oltre che per i suddetti reati di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, anche per il porto di oggetti atti ad offendere e, soprattutto, per spaccio di sostanze stupefacenti. Dopo la formalizzazione dell'arresto l'uomo è stato accompagnato a Capanne. Numerosi e gravi i precedenti.