Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Paziente in ospedale aggredisce medici e carabinieri, arrestato

default_image

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Un italiano di 42 anni, residente a Città di Castello, è stato arrestato dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia tifernate. L'uomo, di professione commerciante, si è recato in pronto soccorso per farsi curare un lieve trauma. Dopo una prima visita, è stato accompagnato in un altro reparto, per una consulenza specialistica. Qui, senza alcun apparente motivo, ha iniziato ad inveire contro medici ed infermieri che, non riuscendo a calmarlo, sono stati costretti a richiedere l'intervento di una pattuglia. I militari dell'Arma, prontamente giunti sul posto, hanno anch'essi impiegato un po' per calmare l'esagitato, che è stato poi sottoposto ai controlli medici, controllato a vista dai carabinieri. Improvvisamente però il 42enne ha nuovamente dato in escandescenza prendendosela anche con alcune attrezzature mediche, senza fortunatamente causare particolari danni. Invitato a lasciare l'ambulatorio, l'esagitato si è rifiutato di seguire i militari spintonandoli con violenza. A questo punto è stato definitivamente bloccato e condotto in caserma. Dagli accertamenti effettuati, è emerso che l'uomo in passato era stato più volte denunciato, anche per reati simili. Per tale motivo è stato arrestato in flagranza di reato con l'accusa di violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Sarà inoltre valutato se denunciarlo anche per interruzione di pubblico servizio. Al termine delle formalità di rito il quarantaduenne è stato tradotto presso la sua abitazione in regime di arresti domiciliari.