Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Attentato a Charlie Hebdo, rafforzate le misure di sicurezza

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

Attentato a Parigi, rafforzate le misure di sicurezza sugli obiettivi sensibili nel ternano. Dopo l'attentato nella redazione di “Charlie Hebdo” il prefetto, Gianfelice Bellesini, ha presieduto una riunione tecnica di coordinamento delle forze di polizia per rivedere l'intero quadro dei dispositivi di vigilanza in relazione ai possibili obiettivi sensibili del ternano, con particolare riferimento a locali istituzionali, edifici di culto e di preghiera, sedi culturali religiose ed organismi di stampa. Intensificati i controlli anche sulle principali arterie stradali e negli scali ferroviari. Massimo impulso, infine, è stato dato all'attività info-investigativa, per acquisire tutte le informazioni utili a prevenire eventuali azioni illecite. “Dopo i tragici fatti di Parigi, anche a Terni, come nel resto del Paese, siamo in stato di allerta e lavoriamo in stretto raccordo operativo con i vertici locali delle forze di polizia per rafforzare la sicurezza in tutti quei luoghi che potrebbero costituire oggetto di minacce. Nessun elemento – ha aggiunto il prefetto Bellesini – sarà sottovalutato, per scongiurare che eventi simili possano riguardare anche la nostra comunità”. All'ordine del giorno dell'incontro, anche questioni di interesse degli organi giudiziari per le quali sono intervenuti il Procuratore Generale presso la Corte d'Appello di Perugia, Giovanni Galati, ed il Procuratore della Repubblica di Terni, Cesare Martellino.