Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Aggredisce i genitori nel sonno e picchia la madre, arrestato

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Un giovane italiano di 26 anni, tossicodipendente e con diversi precedenti di polizia, è stato arrestato dai carabinieri della stazione di San Giustino. Secondo quanto ricostruito dai militari il ragazzo non era nuovo ad episodi di violenza in ambito familiare. Ciononostante nessuno lo aveva mai formalmente denunciato. La rabbia del ventiseienne è improvvisamente esplosa all'alba di domenica; non è escluso che a scatenarla possa essere stata l'assunzione di stupefacenti. Mentre il padre e la madre erano ancora a letto, il ragazzo è entrato nella loro stanza urlando, minacciandoli e scagliando contro di loro alcuni oggetti, fortunatamente senza colpirli. I poveretti hanno tentato di difendersi bloccando il figlio ma questi ha colpito la madre, causandole alcune lesioni al volto. E' stato richiesto l'intervento del 118 la cui centrale operativa, compresa la situazione, ha allertato anche i carabinieri. Oltre all'ambulanza è quindi intervenuta immediatamente anche una pattuglia della locale stazione. I militari, che ben conoscono il soggetto poiché più volte denunciato per reati contro il patrimonio ed in materia di stupefacenti, dopo aver ricostruito i fatti hanno deciso di procedere al suo arresto con l'accusa di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali. La madre del giovane infatti ha riportato ecchimosi ed un taglio, fortunatamente guaribili in pochi giorni. Al termine delle formalità di rito il figlio violento è stato ristretto in camera di sicurezza. Lunedì mattina, presso il Tribunale di Perugia, è stata celebrata l'udienza di convalida dell'arresto. Il giudice, valutata la situazione, ha disposto l'applicazione della misura cautelare della custodia in carcere in attesa del processo, che sarà celebrato a gennaio.