Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Coronavirus: mascherina in bus e treni "necessaria", ma se non c'è niente sanzioni

default_image

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

La mascherina nei mezzi pubblici, autobus e treni? E' prevista nel protocollo allegato al decreto, ma tra le "raccomandazioni", anche se viene definita necessaria. Soprattutto, non si specifica se debba essere fornita gratuitamente dalle aziende di trasporto o se, in caso uno ne sia sprovvisto, non può utilizzare i mezzi. Né sono previste sanzioni se non la si indossa. Nel nuovo decreto che diventa efficace a partire dal 4 maggio, viene raccomandato di "indossare necessariamente una mascherina, anche di stoffa, per la protezione del naso e della bocca". E ancora di "non usare il trasporto pubblico se hai sintomi di infezioni respiratorie acute (febbre, tosse, raffreddore)" e di "acquistare, ove possibile, i biglietti in formato elettronico, on line o tramite app". Non ultimo "seguire la segnaletica e i percorsi indicati all'interno delle stazioni o alle fermate mantenendo sempre la distanza di almeno un metro dalle altre persone". Con il nuovo decreto sono ammessi spostamenti all'interno delle regioni per andare a trovare i parenti.