Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Fontivegge, altro blitz nei minimarket: sequestri e multe

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Un altro servizio interforze nel quartiere di Fontivegge, a Perugia. L'operazione è stata, ancora una volta, effettuata dagli specialisti in controlli amministrativi della Divisione Pasi della Questura e del Nucleo agroalimentare del corpo forestale dello Stato, esperti nelle verifiche sulla tracciabilità dei prodotti. Nella zona sono stati controllati altri due minimarket, di cui uno gestito da cittadini cinesi, adibiti a vendita di cibi e bevande. Il servizio era finalizzato a identificarne gli avventori, risultati in parte soggetti già noti alle forze di polizia, e di verificare il rispetto delle normative sul commercio che impongono a chi vende alimenti specifici obblighi. Il bilancio dei controlli è di 2 negozi alimentari ispezionati; in entrambi è stata riscontrata la medesima irregolarità, già riscontrata in precedenti controlli, in quanto alcuni prodotti erano esposti sugli scaffali per la vendita senza nessuna etichettatura in lingua italiana. Gli agenti del corpo forestale dello Stato hanno pertanto proceduto al sequestro dei cibi irregolari (una cinquantina di confezioni di riso, farine e spezie) e sanzionato i due esercenti per le violazioni previste per la mancata etichettatura. In un esercizio era presente un banco di vendita di carne fresca la cui provenienza e tracciabilità era non nota: al titolare una sanzione per la carne in vendita che non forniva indicazioni al consumatore sulla area geografica di provenienza (mancata tracciabilità) .